I rifugi in Val di Sole
Con voi in montagna...

Rifugio "F.F. Tuckett" e "Q. Sella"

Rifugio
Quota: 2272 m/s.l.m.
Comune: Ragoli
Gruppo: Dolomiti di Brenta
Localizz.: Vedretta di Brenta inferiore
Sito Web: www.rifugio-tuckett.it
e-mail: rifugio@tuckett.it
Gestore: Angeli Daniele - c.p. 18 - 38084 Madonna di Campiglio
Tel. gestore: 0465 507287 335 5253090
Tel. rifugio: 0465 441226
Apertura: 20.06-20.09
Posti inverno: 22
Posti letto: 110
Ristorante: X
Bar: X
Acqua calda: X
Doccia calda: X
Note:

Storia e ambiente:

Situati l'uno appresso all'altro nell'Alta Vallesinella, settore centro-occidentale delle Dolomiti di Brenta, i rifugi Tuckett e Sella sono un esempio della contrapposizione che all'inizio del secolo caratterizzò i rapporti tra gli alpinisti trentini "italiani" e quelli tedeschi. Il Sella, che è quello più a monte e di modeste dimensioni, venne costruito dagli italiani negli anni 1904-'05 e dedicato al fondatore del Club Alpino Italiano, Quintino Sella. Già l'anno successivo, nel 1906, all'inaugurazione del Q. Sella gli alpinisti della Sektion Berlin del D.u.Oe.A.V. provvidero alla costruzione, a meno di venti metri di distanza, di un nuovo edificio, che denominarono Tuckett passhütte in onore dell’alpinista britannico Francis Fox Tuckett. Saccheggiati durante la grande guerra, essi furono ripristinati nel 1920 dalla S.A.T., dopo che quest'ultima aveva acquistato anche il rifugio tedesco. Oggi il rifugio Sella è diventato funzionale al Tuckett. La loro quota relativamente poco elevata (2272 m.), la loro accessibilità e la vicinanza a Madonna di Campiglio ne fanno una delle principali mete delle Dolomiti di Brenta. Da qui si può partire per le escursioni nell'intera catena centrale del gruppo e per ascensioni a Cima Brenta o al Castelletto Inferiore, vetta che domina i due edifici. Attraverso la Via delle Bocchette, è possibile inoltrarsi tanto verso i rifugi alla Tosa, passando tra le guglie degli Sfúlmini, quanto addentrarsi verso settentrione per raggiungere il Passo del Grostè ed il rifugio Gràffer. Vasto è pure il panorama verso occidente, sulle bianche distese di ghiaccio perenne che vanno dal Carè Alto (sud) alla Presanella (nord).



Guide e carte:
Guida alpinistica: BUSCAINI, Gino - CASTIGLIONI, Ettore, Dolomiti di Brenta, Milano, CAI, TCI, 1977 (Guida dei Monti d'Italia) Guida escursionistica: GARDUMI, Enzo, TORCHIO, Fabrizio, Guida alle Dolomiti di Brenta, Trento, Panorama, 1987-1990, 3 vol. Cartografia: - Brentagruppe = Gruppo di Brenta, 4. ed., München, Deutschen Alpenverein, 1996, Scala 1:25.000 (Alpenvereinskarte; 51) - Carta KOMPASS in scala 1:25.000 n. 688 "Gruppo di Brenta"

Accessi:
- dal Ristorante malga Vallesinella di Sotto m. 1513 (a 4 km da Madonna di Campiglio), sentiero 317 (o 382 e 317/bis che passa dalla malga Vallesinella di Sopra m. 1681) al rifugio Casinei m. 1825 - ore 1.45-2 - dal Passo del Grostè m. 2442 (funivia da Campo Carlo Magno) per il sentiero 316 - ore 1.20

Loghi: Parco Nazionale dello Stelvio, Parco Naturale Adamello brenta, Apt Valli di Sole Pejo e Rabbi, Trentino Spa

© 2009 SCUOLA ITALIANA DI ALPINISMO E SCIALPINISMO "VAL DI SOLE"
38027 MALE' (TN) - Piazza Regina Elena, 17 (c/o Palazzo Municipale)
Tel. e Fax: 0463 901151 - Cell: 347 7457328
E-mail: info@guidealpinevaldisole.it - Realizzazione sito: Editel Il mio stato Informativa sui cookies
Navigando il sito guidealpinevaldisole.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli